Premio del cittadino Europeo 2015

 
slider-home-1.3.2
 

Ogni anno il Parlamento europeo assegna il “Premio del cittadino europeo”, un riconoscimento che intende premiare le attività o azioni intraprese da cittadini, gruppi, associazioni o organizzazioni che si sono distinti per l’impegno nel promuovere una migliore comprensione reciproca e una maggiore integrazione tra le popolazioni degli Stati membri, o nell’agevolare la cooperazione transfrontaliera o transnazionale nell’Unione europea.

 

Sono 47 i vincitori del Premio del cittadino europeo 2015 che il Parlamento europeo premierà per il loro contributo alla cooperazione europea e alla promozione dei valori comuni. La lista dei vincitori, provenienti da tutti gli stati membri dell’UE, è stata pubblicata il 3 giugno dopo una consultazione sulle 74 proposte selezionate dalle giurie nazionali.

 

La vicepresidente del PE Sylvie Guillaume (S&D, FR), nonché presidente della giuria di premiazione, ha detto che il “Premio del cittadino europeo 2015” intende riconoscere gli sforzi dei cittadini per fornire assistenza sanitaria per i più poveri, gli aiuti alimentari, il salvataggio, la solidarietà, l’educazione, la lotta contro la radicalizzazione e la protezione dei diritti LGBTI (Lesbian, gay, bisexual, transgender and intersex).

 

Fra i quattro vincitori italiani, Gaia Ferrara, fondatrice di Viandando, è stata scelta per il progetto “1200 Km per i fantasmi di Porto Palo”, ” che con il suo impegno in bici ha favorito la diffusione dell’informazione e di riflessione sulle tematiche della migrazione”.

 

Le cerimonie di premiazione nazionali (in Italia il 18 settembre a Firenze) saranno seguite da una cerimonia centrale, che si terrà nel mese di ottobre 2015 al Parlamento di Bruxelles.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *